Un capolavoro assoluto della musica da camera...

Scritte nel 1720, le Quattro Stagioni non sono invecchiate in 304 anni. Ogni stagione immerge lo spettatore in paesaggi e stati d’animo, entrando nel cuore degli elementi della natura attraverso la Primavera, l’Estate, l’Autunno e l’Inverno: un capolavoro assoluto della musica da camera.

Un racconto di Lucia Margherita Marino
Letizia Gullino | violino solista
Sergio Lamberto, Massimo Bairo | violini
Tamara Bairo | viola
Eduardo Dell’Oglio | violoncello
Fortunato D’Ascola | contrabbasso
Walter Mammarella | clavicembalo

dsc0054.jpeg