Tango... ma non troppo

14-02-2022

Tango... ma non troppo

La passione.
Il tango è un mondo complesso, fatto di musica, danza, testo e canzone.
Ma è la passione a farlo diventare arte.


Un'arte che non dimentica mai di partire dal corpo, fatta di abbracci, energia, sangue e desiderio: un'arte che diventa coppia, nella necessità di non rimanere soli.

Nato a fine '800 in Argentina nelle metropoli, diventa subito espressione popolare che irrompe nella società raggiungendo un successo planetario, tanto che dal 30 settembre 2009 'Unesco lo dichiara Patrimonio dell'Umanità come "Bene Culturale Immateriale che personifica la diversità culturale, il dialogo e l'essenza di una comunità".

Nessuno sa chi abbia dato il nome di tango a questo genere musicale, né si sa esattamente perché si chiami in questo modo. In origine fonde insieme musiche creole, cubane e ritmi come l'habanera e la milonga fino a raggiungere la sintesi capace di far vibrare le corde più intime del nostro cuore.

La splendida cantante argentina Ivanna Speranza e i musicisti dell'ESTEMPORANEA Ensemble ci condurranno attraverso l'essenza del tango, senza dimenticare alcuni generi vicini come la milonga, il vals criollo e l'habanera.

Da Carlos Gardel a Edmundo Rivero fino ad Astor Piazzolla per una serata straordinaria.

Spettacolo scritto e raccontato da Lucia Margherita Marino

ESTEMPORANEA Ensemble
Ivanna Speranza – soprano
Massimo Bairo – violino
Luciano Meola – clarinetto
Tamara Bairo – viola
Lucia Margherita Marino – clarinetto basso
Sara Musso – pianoforte

Trascrizione e adattamento musicale a cura di Tamara Bairo

Durata dello spettacolo: 90' circa

Pagina generata in 0.33251881599426 secondi