Sempre Libera

14-02-2022

Sempre Libera

sul palcoscenico come in qualunque parte del mondo

Un concerto dedicato alla tenacia, alla grazia e al coraggio delle donne di tutto il mondo.

Spesso l'arte precede la storia, trascende le convenzioni e crea esempi eccezionali: nell'opera lirica la donna impone il suo diritto alla libertà e all'uguaglianza, grazie a compositori e librettisti straordinari (tutti uomini) che ci hanno insegnato l'importanza della figura femminile e delle sue caratteristiche.
Forse non tutti sanno che fino al 1700 non esistevano cantanti donne professioniste: ecco perché i ruoli vocali acuti per molti anni furono affidati a fanciulli e castrati, che assumevano in fattezze e vocalità il ruolo femminile.
Ma è dalle eccezioni che partono i cambiamenti: alcune donne riuscirono in questi secoli a farsi spazio, dando poi l'immortalità a opere come Carmen, Tosca, Traviata e a tutto lo straordinario repertorio che soprattutto il nostro paese può vantare.
Un repertorio impegnativo, sia per il soprano argentino Ivanna Speranza, dotata di una voce e una tecnica straordinarie, che per l'ESTEMPORANEA Ensemble, capace di portare sul palco alcune delle
pagine d'opera più famose e applaudite al mondo.

Spettacolo scritto e raccontato da Lucia Margherita Marino

ESTEMPORANEA Ensemble
Ivanna Speranza – soprano
Massimo Bairo – violino
Luciano Meola – clarinetto
Tamara Bairo – viola
Lucia Margherita Marino – clarinetto basso
Sara Musso – pianoforte

Trascrizione e adattamento musicale a cura di Tamara Bairo

Durata dello spettacolo: 90' circa

Pagina generata in 0.19847297668457 secondi